Gli ammazza il cane, 13enne va fuori di testa e uccide la madre a mannaiate

Purtroppo il mondo spesso si rivela un posto orribile. Certo, succedono molte cose belle che fanno nascere sorrisi sui volti, poi però capitano delle atrocità che ci fanno davvero dubitare riguardo gli esseri umano.

Nella contea cinese di Jianhu si è consumata una vera e propria atrocità. Un ragazzo di 13 anni, Shao, ha trucidato sua madre con una mannaia. Il motivo? La mamma aveva a sua volta ucciso il cagnolino del figlio davanti ai suoi occhi.

La vicenda è accaduta il 16 marzo. La mamma di 37 anni e proprietaria di un negozio di abbigliamento ha deciso di picchiare brutalmente il cane del figlio perché, a suo parere, lo distraeva.

Il figlio ovviamente è rimasto scioccato nel vedere il suo fedele amico ucciso davanti ai suoi occhi. In quel momento una scintilla è schioccata. Shao ha dunque preso la mannaia e si è lanciato contro la madre, colpendola ripetutamente.

La donna è dunque caduta e lasciata morire in una pozza di sangue. Il figlio poi si è allontanato di casa. Verrà trovato 2 giorni dopo dalla polizia. Il ragazzo è stato trovato in un ristorante in evidente stato di choc. Con sé aveva solo uno zaino con dei biscotti che l’hanno aiutato nella sopravvivenza.

La situazione di Shao comunque era già critica. Viveva per lo più con la madre che si era rivelata molto severa e pronta a criticare il figlio in ogni occasione. Il padre invece era sempre via. Anche i conoscenti hanno chiarito la situazione famigliare: «Il ragazzo adorava giocare con il suo animale domestico per tutto il giorno, quindi la madre arrabbiata l’ha colpito a morte davanti a lui».