La bambina malata riceve un bacio in testa da Papa Francesco. Due mesi dopo la risonanza sbalordisce i medici

Esiste Dio? Esistono i miracoli? È possibile guarire da malattie incurabili in modo inspiegabile per la scienza?

Secondo i credenti è possibile. Dio opera miracoli per le persone che credono ciecamente in lui e cercano il suo aiuto e il Papa è l’emissario di Dio in Terra, e ogni parola che pronuncia è direttamente ispirata dal Signore.

Milioni di fedeli in tutto il mondo sognano e sperano di poter vedere il Papa, parlare con lui e chiederli la grazia per un familiare. Anche la famiglia Masciantonio sperava con tutto il cuore di incontrare Papa Francesco e di chiederli di operare un miracolo per la loro bambina.

E quello che è successo è stato incredibile e ha messo in crisi le convinzioni di tantissimi scienziati.

Abbiamo chiesto a Joey e Kristen Masciantonio di raccontarci quello che hanno visto.

“Proveniamo da famiglie molto cattoliche e abbiamo sempre vissuto rispettando la parola di Dio e facendo del nostro meglio per essere dei cristiani esemplari.

La nostra bambina, Gianna, aveva un anno di vita nel 2015, ed era affetta da un rarissimo tumore al cervello. I medici ci avevano detto che era inoperabile e di prepararci al peggio. Non eravamo arrabbiato con Dio, lui agisce per vie misteriose e faceva tutto parte di un disegno più grande.

Avevamo saputo che Papa Francesco si sarebbe recato da noi, a Philadelphia, per una visita pastorale e il nostro sogno era quello di incontrarlo e di chiedergli una preghiera per la nostra piccola, ma incontrarlo era difficilissimo. Tantissime persone speravano la stessa cosa e il Papa aveva una serie di importanti impegni a cui partecipare.

Stavamo per rinunciare quando abbiamo ricevuto la telefonata del mio amico Donny, che lavora all’FBI. Era la conferma del piano di Dio, perché Donny avrebbe fatto parte del team adibito alla sicurezza personale di Papa Francesco. Il mio amico conosceva il nostro sogno e mi ha detto che il Papa acconsentiva a incontrarci, ma solo per pochi minuti.

Per noi era più che sufficiente e ci siamo recati al suo albergo con la piccola Gianna. Donny e il capo della sicurezza ci aspettavano, hanno preso la bambina e l’hanno portata da Papa Francesco. Lui l’ha abbracciata, l’ha baciata in testa e ha mormorato una preghiera, poi l’ha restituita a Donny.

Il Papa ha detto che avrebbe pregato molto per lei, scusandosi per il poco tempo che ci aveva dedicato.

Tre mesi dopo siamo andati all’ospedale per un controllo al tumore di Gianna, e i medici non credevano ai loro occhi, perché il tumore si era letteralmente dimezzato. Nessuno sapeva darsi una spiegazione e pensavano che il macchinario fosse rotto, ma successivi accertamenti hanno dimostrato che il tumore si stava rimpicciolendo.

Finalmente Gianna poteva essere curata e ha sconfitto la malattia! Non abbiamo dubbi, è stato un miracolo, Dio ha usato Gianna per mostrare la sua potenza! Saremo grati per sempre a Francesco per quello che ha fatto.”

Una storia incredibile. È un miracolo? Facci sapere che ne pensi nei commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *