Il 18enne critica lo stile di vita del pensionato ma la sua risposta secca lo lascia senza parole

Gli adolescenti hanno da sempre avuto un rapporto controverso con le generazioni precedenti. La differenza di età è grande, il mondo è cambiato, ci sono nuovi stili di vita, modi di pensare, occasioni e tecnologie.

Ma una cosa non dovrebbe mai cambiare: il rispetto per chi ha più esperienza di noi e che è più anziano. Purtroppo non è sempre così ma i “vecchi” sono ancora in grado di farsi rispettare alla grande e di dare delle importanti lezioni di vita ai ragazzi più maleducati.

Jim Hutton è un pensionato di 71 anni che ha raccontato la sua storia sui social, riscuotendo approvazione e messaggi di solidarietà. Ha scelto di raccontarla anche a noi.

stile di vita

“Ho lavorato come ricercatore per tutta la vita, e, senza vantarmi, ho contribuito a creare tanti strumenti che i ragazzi di oggi utilizzano quotidianamente. Non sono stato quello che li ha inventati, ma ho comunque svolto la mia parte al meglio delle mie possibilità e ho sempre cercato di essere un modello di comportamento per i miei figli e nipoti.

In questi giorni mi stavo godendo una settimana di vacanza a Miami con mia moglie. Le spiagge erano splendide e mi stavo davvero rilassando sotto al sole. Nell’ombrellone vicino al nostro sedevano dei ragazzini, avevano 18 anni, la stessa età dei miei nipoti.

Purtroppo erano molto maleducati e rumorosi, sempre a giocare con il telefonino, fumare e sporcare la spiaggia. Non volevo litigare con loro, ma non potevo tollerare quel comportamento e gli ho chiesto con la massima educazione se potevano cambiare atteggiamento e mostrare più educazione e rispetto.

Un ragazzo, che evidentemente era il capo, ha iniziato a ridere e mi ha risposto con parole di scherno.

Ha detto che la mia generazione è vecchia, che dobbiamo farci da parte perché ormai il mondo appartiene a loro. Mi ha mostrato il suo smartphone, dicendo che non saprei nemmeno come accenderlo, che loro hanno Internet, automobili veloci, viaggi nello spazio, la migliore musica.

Erano parole che volevano ferirmi e che ha detto per farsi bello con gli amici, ma non potevo tollerarle. Gli ho risposto che da ragazzi non avevamo tutte quelle cose, e che le abbiamo inventate dandoci da fare invece di perdere tempo fumando in spiaggia. Ogni cosa che possiedono è il risultato del nostro lavoro e della nostra creatività. Ho terminato chiedendo al ragazzino cosa intendeva inventare per le nuove generazioni e lui è prima arrossito e poi si è allontanato.

Gli altri ragazzi si sono scusati con me e hanno cambiato il loro atteggiamento. Sono contento di aver dato loro una lezione di vita molto importante. Le vecchie generazioni hanno un bagaglio di conoscenze e di esperienze che loro non hanno e dovrebbero starci a sentire per imparare il più possibile invece di prenderci in giro e di piangere alla prima difficoltà.”

Cosa pensi delle parole di Jim? Concordi con lui o ha esagerato? Facci sapere la tua opinione scrivendola nella sezione commenti, siamo impazienti di saperla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *