Peggio di sentirsi soli è stare con una persona vuota

La solitudine a volte è necessaria per ritemprare lo spirito, rilassarsi e per compiere un lavoro di crescita personale che non potremmo mai fare in presenza di altre persone.

Nella solitudine siamo più liberi di seguire i nostri istinti, non abbiamo paura di essere giudicati e siamo privi di distrazioni e quindi possiamo concentrarci meglio sulla nostra anima e su come migliorarci.

Esistono però delle persone che sono definite “vuote”. Cosa significa? Significa che non hanno emozioni e non riescono ad entrare in empatia con nessuno, sono estremamente egoiste e sfruttano le altre persone per il loro guadagno.

Queste persone hanno paura della solitudine e quindi cercheranno di manipolare le persone che hanno attorno per non essere mai lasciati soli. Si tratta di persone che possono essere estremamente pericolose se dovessero riuscire a manipolarci come vogliono loro. La loro paura della solitudine si trasmetterà a noi e saremo noi a vivere in solitudine per colpa loro.

Come si possono riconoscere queste persone vuote?

Per prima cosa cercheranno sempre di essere al centro dell’attenzione. Per loro essere ignorati è paragonabile al male fisico ed è quello che temono di più.

Le persone vuote non riescono mai ad entrare in empatia con le altre persone e a capire le loro motivazioni e i loro sentimenti. Per loro i sentimenti delle altre persone non valgono nulla ma allo stesso tempo si aspettano che i loro sentimenti siano il centro della vostra vita.

Queste persone seguono delle personalissime “regole” che hanno come unico scopo quello di farle felici e di garantirle il massimo risultato in ogni situazione, calpestando gli altri per i loro interessi.

Una persona vuota odia sbagliare e cercherà sempre di seguire lo stesso schema di comportamento. Queste persone sono convinte di essere perfette e uno sbaglio (e le conseguenze del caso) sono spaventose per loro.

Le persone vuote sono così piene di sé e immerse nella loro solitudine che non sanno ascoltare le altre persone. Se entrano in confidenza con voi è solamente per avere un guadagno personale, non è mai un gesto spontaneo, ma qualcosa programmato a tavolino.

Con queste persone vi accorgerete immediatamente che non esistono vie di mezzo, perché passeranno da fasi di amore incondizionato fino a fasi di apatia, dove le persone attorno a loro saranno solamente delle scocciature da liquidare nel più breve tempo possibile.

Queste caratteristiche fanno capire che è necessario liberarsi di loro il prima possibile per non essere risucchiati in un vortice di egoismo e sfruttamento, ma quale è il modo migliore per farlo?

Se la persona vuota è nel nucleo familiare allora è necessario ridimensionare la sua influenza nella vostra vita. Limitate al massimo la loro autorità sulla vostra vita, escludendoli gradualmente.

In una relazione affettiva invece è importante mettere in chiaro subito i limiti dove può muoversi la persona vuota. Prima lo capirà e più facilmente sarà gestibile.

In ogni caso non comportatevi mai come loro, e cercate sempre di ripagarli con la gentilezza per metterli a disagio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *