Piazzano una telecamera nascosta in una stalla e vedono i dipendenti che prendono a calci e maltrattano le mucche

La storia che vi raccontiamo ha dell’incredibile, e probabilmente colpirà e farà indignare molti, non solamente coloro che sono appassionati di animali. Lo scenario di quanto è accaduto è la Florida, lo stato del sole dell’America.

Proprio qui, una telecamera nascosta piazzata nello stabilimento di uno dei maggiori produttori caseari dello stato ha registrato un video che è stato pubblicato su internet e che sta facendo in questi giorni il giro del web. Ha infastidito e fatto pensare molti.

In testa a chi si è trovato infastidito e che sta dando rilevanza a video, gli amanti di animali ed i difensori dei loro diritti di tutto il mondo.

Ma che cosa viene rappresentato in questo famigerato video, girato quindi con una telecamera nascosta, in uno degli stabilimenti caseari più conosciuti ed apprezzati della Florida? Si tratta di un video che rappresente alcuni dei dipendenti dello stabilimento caseario che, senza motivo apparente, e mostrando una violenza semplicemente inaudita, aggrediscono alcune delle mucche dello stabilimento.

I dipendenti cercano di farle stare al loro posto assestandogli diversi calci, soprattutto in testa, per poi continuare colpendole ripetutamente addirittura con l’ausilio di barre di metallo.

Questo articolo ha provocato fastidio a molti di coloro che hanno avuto l’occasione di vederlo, e si tratta di un gran numero di persone, in quanto l’articolo è stato ripostato addirittura dal Washington Post, ed ha quindi avuto un grande risalto. Ed infatti, qualche settimana dopo che il video con questi abusi è stato diffuso e pubblicati, la polizia ne è stata messa al corrente.

La polizia locale del paesino della Florida dove tutto è avvenuto e dove ha sede la società casearia, chiamata Okeechobee, si è interessata all’accaduto, ed è stata rapidamente messa in piedi una causa di tipo penale contro il produttore di latte e proprietario dello stabilimento, chiamato Larson Dairy, per fare maggiore chiarezza sulla situazione, e per capire come sia stato possibile che abusi di questo genere siano stati tollerati e quali sono i motivi alla loro base.

Ma come è stato possibile ottenere tale video e smascherare questi comportamenti? Il merito è da attribuire ad investigatore sotto copertura che è stato assoldato dalla Animal Recovery Mission, cioè una organizzazione con sede a Miami che si dedica alla protezione ed alla salvaguardia degli animali. È stato proprio il produttore di latte ad assumerlo, nell’agosto scorso, per verificare che cosa succedesse nei propri stabilimenti caseari.

Probabilmente, nutriva già qualche sospetto sul comportamento dei suoi dipendenti, ed infatti non appena aver visionato il video, Jacob Larson, proprietario della Larson Diary, ha fatto un comunicato pubblico in cui dichiarava di aver licenziato i dipendenti ripresi, e di essere scioccato dall’accaduto.

Nonostante questo, però, ci sono state una serie di conseguenze per il produttore di latte, ed alcune piuttosto serie e con forti ripercussioni sul bilancio economico della società. È infatti accaduto che di recente una catena americana di supermercati, la Publix Super Markets, che ha più di 1000 punti vendita in tutto il paese, ha deciso di smettere di lavorare con la Larson Diary, e di essere scioccata dalle immagini viste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *