Malore per Nadia Toffa: la “iena” è ricoverata in rianimazione

Nadia Toffa, famosa inviata e presentatrice della trasmissione “Le Iene” è ricoverata in gravi condizioni.

Si trovava a Trieste in una camera d’albergo, quando si è sentita male e ha perso conoscenza.

L’inviata 39enne è stata trasportata d’urgenza all’ospedale del capoluogo friulano Cattinara di Trieste.

Il tutto è accaduto intorno alle 14 nella sua camera d’albergo. A Trieste era già andata diverse volte per altri servizi televisivi, come ad esempio quelli sulla situazione dell’impianto siderurgico Ferriera di Servola.

La prognosi è riservata per patologia cerebrale in fase di definizione. E’ in programma il trasferimento nel corso della serata/notte al San Raffaele di Milano con elisoccorso”.

Purtroppo a complicare le cose ci sono anche le avverse condizioni meteo di Trieste che stanno complicando il trasporto di Nadia Toffa presso l’ospedale San Raffaele di Milano. Infatti le raffiche di vento raggiungono i 35 km orari e rendono il volo praticamente impossibile.

Questa la nota diramata dall’ospedale di Trieste:

“Conferma il ricovero della dottoressa Nadia Toffa all’Ospedale di Cattinara. La prognosi è riservata per patologia cerebrale in fase di definizione. E’ in programma il trasferimento nel corso della serata/notte al San Raffaele di Milano con elisoccorso”

La terribile notizia di Nadia Toffa non è stata annunciata in tutti i TG. Per questo motivo, Maria De Filippi durante la puntata “Tu si que vales” ha interrotto Belen invitando un augurio speciale all’inviata delle Iene.

Dopo il malore che l’ha colta, è stata trasferita dall’Ospedale di Cattinara di Trieste, dopo i primi accertamenti e le prime cure, al San Raffaele di Milano. Lo rende noto la Direzione di Asuits, l’Azienda ospedaliera universitaria di Trieste. La Toffa è stata trasferita con elisoccorso e con trasporto protetto. Le sue condizioni sono stazionarie.

 

Una risposta a “Malore per Nadia Toffa: la “iena” è ricoverata in rianimazione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *