Maltempo Livorno: il nonno eroe morto per salvare la vita alla nipotina di 4 anni: “Si è tuffato dal primo piano”

Maltempo Livorno: il nonno eroe morto per salvare la vita alla nipotina di 4 anni: “Si è tuffato dal primo piano”


Un’intera famiglia distrutta dal maltempo che stanotte ha devastato Livorno: padre, madre, figlioletta di 4 anni e nonno sono morti. Il nonno, nel tentativo di salvare la nipotina, si è tuffato dal primo piano della villetta: dopo aver messo in salvo la nipote più grande, ha nuotato più volte nel fango per salvare anche gli altri componenti della sua famiglia. Un vicino di casa ai giornalisti: “Sono morti affogati, l’acqua ha invaso il seminterrato e il garage. È una tragedia”.

È morto da eroe, Roberto Ramacciotti, il nonno che ha tentato disperatamente di salvare i nipotini. È riuscito a salvare una bambina di 4 anni, che fortunatamente è viva ma purtroppo l’altro nipotino di 2 anni non ce l’ha fatta . Roberto è stato il primo e l’unico a riuscire ad uscire dal fango che aveva sommerso completamente l’appartamento che si trovava in un seminterrato di viale Nazario Sauro, a Livorno.

Nonostante ciò, è tornato indietro, nuotando nella melma e nei detriti, pur di portare in salvo la nipotina: “Si è tuffato dal primo piano della villetta, è riuscito a salvare la nipote Camilla, poi è tornato indietro per salvare anche gli altri ma poi neanche lui ce l’ha fatta. È morto insieme a un altro nipotino, Filippo, e ai genitori del piccolo, Simone Ramacciotti e la moglie Glenda Garzelli. Una tragedia che ci ha colpito tutti”.

Una risposta a “Maltempo Livorno: il nonno eroe morto per salvare la vita alla nipotina di 4 anni: “Si è tuffato dal primo piano””

  1. ogni volta che succedono queste tragedie si piangono i morti e ci si straccia le vesti, non so se era stato dato l’allarme per il maltempo in Toscana, ma era stato dato per la Liguria, e non sono poi così lontane, la perturbazione atlantica proveniva dalla Francia ed è risaputo che porta acqua, ma non sono le bombe d’acqua più o meno violente a provocare disastri, ma è la scarsa manutenzione che si fa nelle ns/città. Fiumi e canali tombati, reti fognarie vetuste, tombini otturati. In quelli vicini vicini a casa mia ci sono nati i pioppi e sono alti quasi 50/70 cm. Questa è stata un’estate lunga e siccitosa i fiumi quasi tutti in secca c’era tutto il tempo per fare manutenzione e avremmo evitato tutti questi disastri, e piangere la morte di una famiglia intera che dormiva tranquilla in casa sua, poi non era in uno scantinato era un piano terra con giardino, ma l’acqua è arrivata quasi al primo piano, quindi non c’era possibiltà di scampo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *