Attentato Barcellona: Luca Russo è la seconda vittima italiana

Nel brutale attentato di Barcellona hanno perso la vita almeno 14 persone: tra queste vi è anche Luca Russo, un giovane ingegnere di Bassano del Grappa che lavorava in un’azienda di Carmignano di Brenta.

Secondo le prime ricostruzioni riportate dall’Ansa, il giovane si trovava in Spagna insieme alla fidanzata, rimasta ferita. La ragazza però non sarebbe in gravi condizioni. Non è ancora stata confermata ufficialmente l’identità della seconda vittima italiana da parte del ministero degli Esteri mentre la Farnesina ha comunicato questa mattina che le vittime italiane confermate dell’attentato sono due. Il primo è Bruno Gulotta, di Legnano, anche lui in vacanza a Barcellona: ha perso la la vita mentre era con la moglie e le due figlie.

Luca Russo era un giovane ingegnere di 25 anni di Bassano del Grappa e lavorava in un’azienda a Carmignano di Brenta. Originario di Marostica, Luca era dato per scomparso poiché non rispondeva al telefono e non era  rientrato nell’albergo nel quale si trovava. La fidanzata Marta Scomazzon è stata ferita e ha riportato una frattura alla clavicola. Sul posto sono arrivati anche i genitori della giovane.

Chiara Russo la sorella di Luca  aveva rivolto un appello su Facebook scrivendo: “Aiutatemi a riportarlo a casa. Vi prego” e aveva condiviso un post che un’altra ragazza aveva pubblicato:  “Ieri qualche pazzo ha deciso di distruggere un’altra meravigliosa città. In quella città era presente il fratello di una meravigliosa ragazza, e purtroppo di lui non si sa ancora nulla. Sappiamo solo che era li. Ed indossava dei pantaloncini militari. Fate girare il più possibile, e se qualcuno sa qualcosa, QUALSIASI cosa, faccia pure riferimento a me oppure a Chiara. Riportiamolo a casa dalla sua famiglia”. Sulla bacheca di Facebook della sorella c’è un post in cui si vede un ragazzo a terra dopo l’attentato con dei pantaloncini militari verdi, proprio come quelli che indossava il fratello ieri pomeriggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *